Chi sono

BIO
Sono nato in Calabria. A otto anni mi sono trasferito a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia. Dopo la Maturità classica mi sono laureato in Giurisprudenza.
Ho lavorato per molti anni nel campo del credito agevolato per le piccole imprese. E dopo, come responsabile amministrativo di una società partecipata, mi sono occupato di parcheggi e mobilità, di Tariffa d’Igiene Ambientale, di farmacie comunali.
Sono credente e da molti anni ho abbracciato la Confessione cristiana valdese.
Faccio politica da sempre, seppure con un percorso personale che dopo molte esperienze e molti incontri, tutti per me importanti, mi ha fatto approdare a Sinistra Ecologia Libertà. Sono stato eletto alla Camera dei deputati nella coalizione di Centrosinistra “Italia bene comune”.
Sono papà di Arianna e Aurora.


A DOMANDA RISPONDO
Hobby e gusti?
Mi piace leggere e scrivere, ho scritto per hobby romanzi e racconti pubblicati su Amazon. Amo il cinema. Quando ho tempo cucino per rilassarmi. Coltivo rose e piante grasse e curo un bellissimo orto. Abito un’antica cascina che sto riportando a nuova vita.

Il tuo libro preferito?
Il libro preferito? Ne ho tre, almeno tre…: Q dei Luther Blissett, e poi L’amore ai tempi del colera di Gabriel García Márquez e Il nome della rosa di Umberto Eco. Ma… tre sono troppo pochi, ce ne sarebbero tanti altri.

Il film preferito?
Anche in questo caso ho tanti film che amo, ma quello che non mi stanco mai di vedere e rivedere è Manhattan di Woody Allen. Bello anche Il sorpasso di Risi. E C’eravamo tanto amati di Scola, e… vabbè, anche qui…

Che musica ascolti?
Un po’ di tutto, classica, pop, rock, etnica, italiana, straniera, antica, moderna… L’importante è che sia buona musica.

Dove vai in vacanza?
Se mi è possibile al mare, ma fuggo le spiagge troppo affollate.

Qual è la cosa più straordinaria che ti è mai capitato di vedere?
Le mie due figlie appena nate.


2 pensieri su “Chi sono

  1. Carissimo Onorevole Luigi Lacquaniti

    vorrei porre alla sua attenzione l’articolo apparso sul Corriere della Sera nelle pagine di Milano.
    A me pare molto grave e ridicolo il fatto che sia possibile sanzionare una percona che gira lungo un fiume in mutande a 5000€ di ammenda per “Atti contrari alla pubblica decenza”|

    Questo è l’indirizzo in cui ho letto l’articolo con un mio commento: http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_aprile_02/gira-mutande-riva-po-scatta-maxi-multa-5-mila-euro-2de455bc-f8b5-11e5-b97f-6d5a0a6f6065.shtml

    Cordiali saluti

    Fidenzio Laghi

    P.s. Come procede l’interrogazione al Ministro Orlando riguardante i naturisti?
    A Lido di Dante (RA) la stagione naturista p già iniziata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...