Il caregiver familiare: la Regione deve riconoscere e valorizzare il suo ruolo di cura e assistenza svolto in favore del familiare non autosufficiente. Comunicato stampa

Nell’ultima legge di bilancio è stata approvata una norma che prevede la creazione e il finanziamento di un fondo nazionale ad hoc per il sostegno dei caregiver familiari, ovvero di quelle persone che assistono in ambito domestico una persona cara non autosufficiente. È un primo passo importante a sostegno di chi si fa carico dell’organizzazione delle cure e dell’assistenza in famiglia di persone care in difficoltà e che lo fa spesso in solitudine e in una condizione di sofferenza e di disagio, anche con possibili problemi economici.
Auspico che la Regione Lombardia nella prossima legislatura intervenga, tutelando e sostenendo la figura del caregiver familiare, che sacrifica e spesso mette a rischio anche il proprio lavoro e la propria salute per compiere questo atto d’amore. Figura nettamente diversa da chi svolge la propria attività professionalmente e in maniera retribuita.
Non bisogna scordare che l’azione del caregiver familiare rappresenta un duplice valore: quello espresso da un’assistenza praticata con affetto e amore per la persona cara; e quello rappresentato dal risparmio economico dato dal non dover accedere in questi casi all’assistenza pubblica. Ci sarebbero altrimenti alti costi per la comunità da sostenere: pensiamo ad esempio a quelli per il mantenimento di una persona non autosufficiente nelle “strutture di lunga degenza”.
E’ necessario fra le altre misure sviluppare politiche attive per il lavoro, di inclusione lavorativa o rioccupazione dei Caregiver familiari che assistono, o hanno assistito, persone con disabilità, anche favorendo e incentivando il telelavoro, e ponendo in essere provvedimenti specifici per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
E’ giusto quindi che la Regione sostenga con maggiore forza e incisività, tuteli e favorisca anche economicamente il caregiver familiare.

on. Luigi Lacquaniti
Lombardia Progressista – Sinistra per Gori