Ma quale chiusura dei Centri islamici! La libertà di religione è un diritto garantito a tutti. Comunicato stampa

«Con la Lega al Governo tutti i centri culturali islamici verranno chiusi»: a dirlo è il segretario Matteo Salvini in una nota diffusa dalla Lega Umbria e riportata dall’ANSA e da tutti i mezzi di informazione.
Quella della Lega è una battaglia di inciviltà di lungo corso, avviata da tempo nelle Regioni in cui è al governo (in Lombardia, in Veneto, in Liguria) con l’approvazione di leggi aventi lo scopo di ostacolare in ogni modo l’apertura di Centri di Culto, di Moschee e di Chiese cristiane riformate. Leggi regionali contro le quali mi sono battuto e che sono state dichiarate per molti aspetti incostituzionali. Salvini se ne faccia una ragione, la libertà di culto, e di professarlo pubblicamente in luoghi adeguati, è garantita dalla Costituzione, ed è un diritto inviolabile dell’uomo.
Come riporta anche il programma elettorale di Lombardia Progressista, “Una società laica non teme la libertà di culto”, che “non è solo un diritto sancito dalla costituzione; è anche strumento forte di integrazione e di inclusione” e “molto più della sicurezza coercitiva, garantisce integrazione che, a sua volta, è premessa per la sicurezza di tutti”.
Il nostro impegno non deve essere di chiudere i centri islamici, ma di permettere a tutti di vivere liberamente e in luoghi appropriati la propria fede.

on. Luigi Lacquaniti