Reati contro gli animali. All’esame della Commissione Giustizia la mia proposta di legge, calendarizzati l’esame e la discussione

Nel febbraio 2015 ho presentato una proposta di legge in materia di reati contro gli animali. Ora ne è iniziato l’esame e la discussione: il 29 giugno infatti è iniziato l’iter in Commissione Giustizia deputata alla prima lettura.
La proposta di legge sottoscritta da altri 18 deputati, in fase di esame è stata abbinata ad analoghi progetti di legge presentati in questa legislatura dagli onorevoli Anzaldi, Bernini, Brambilla, Castiello, Ferraresi, Giammanco, Lupo, Matarrese, Turco. Inoltre il testo, frutto di una collaborazione preparatoria con l’OIPA, l’Organizzazione internazionale protezione animali, venne presentato all’indomani di alcuni gravi episodi avvenuti in provincia di Brescia, ai danni di guardie zoofile volontarie.
Purtroppo sono in costante aumento le denunce per reati contro gli animali, per il traffico illecito e il loro uso improprio. Così come moltissimi sono ancora gli abbandoni e i maltrattamenti.
Ad oggi la tutela degli animali passa attraverso il riconoscimento del sentimento di noi umani verso gli animali e non tutela gli animali stessi come esseri senzienti, contravvenendo così all’articolo 13 del Trattato di Lisbona, il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), che prevede appunto che l’Unione e gli Stati membri tengono conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti.
La proposta di legge mira a colmare questa lacuna e prevede l’inasprimento delle pene già previste, e la reclusione per una serie di reati particolarmente gravi. Tutto ciò presuppone il rafforzamento del sistema di vigilanza con il riconoscimento alle guardie zoofile volontarie dello status di guardie giurate.
La Commissione Giustizia della Camera in sede referente tratterà la proposta di legge martedì 5 luglio e giovedì 6 luglio. La speranza è che ora l’iter di esame della legge avanzi rapidamente.

on. Luigi Lacquaniti