Lista di “Fascismo e Libertà” per le Amministrative a Mura. Presentata un’interrogazione al Governo

Il Movimento “Fascismo e Libertà” ha depositato nel piccolo comune di Mura una lista di candidati per eleggere propri consiglieri comunali alle prossime elezioni amministrative di giugno, presentando quale candidato sindaco Mirko Poli, che del Movimento è segretario provinciale.
Il MFL è un partito dichiaratamente fascista, in cui compare la denominazione “fascismo” nel simbolo stesso, che pone in evidenza un fascio littorio. Nel suo Statuto si legge che il MFL “si rifà solo e semplicemente al Fascismo… e alla genialità del Duce” e “si basa interamente sul pensiero mussoliniano”.
Ritenendo inammissibile la presentazione alle prossime elezioni di un partito chiaramente anticostituzionale, ed intollerabile il silenzio accomodante che circonda i ripetuti tentativi da parte di MFL di riproporsi ai cittadini italiani quale soggetto politico pacificamente riconosciuto, ho parlato con precedenti amministratori del territorio per avere chiarimenti circa la situazione locale, e ho deciso di interrogare Il Ministero degli interni in merito a quanto sta accadendo.
Questa mattina, 31 di maggio, ho depositato una interrogazione parlamentare, per sapere se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti esposti e se non ritenga, anche alla luce di quanto descritto, di assumere le iniziative di competenza volte a monitorare e inibire, anche sotto il profilo della tutela dell’ordine pubblico, della sicurezza, e del rispetto delle regole democratiche, l’attività del Movimento Fascismo e Libertà in quanto incompatibile con i valori costituzionali.

on. Luigi Lacquaniti