Condanna inflitta dal Tribunale di Brescia all’Amministrazione del Comune di Pontoglio

Ho appreso con soddisfazione della condanna inflitta dal Tribunale di Brescia all’Amministrazione del Comune di Pontoglio per i cosiddetti cartelli identitari.
Lo avevamo già segnalato in Parlamento con una interpellanza e poi convenuto in un colloquio con il Prefetto: quei cartelli erano illegali e incostituzionali. Andavano rimossi.
Il sindaco Seghezzi per motivi elettorali ha voluto ottusamente resistere. Oggi è arrivata la condanna del Tribunale. Viene ristabilita la legalità: in Italia le persone non si possono discriminare, tanto meno per motivi di religione o di cultura.

On. Luigi Lacquaniti
Partito Democratico