Per trovare risorse per il Garda, l’assessore regionale Parolini vorrebbe aumentare le tasse. Meglio usare i fondi della regione. Comunicato stampa

Sono sorprendenti le dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Regionale al Turismo Mauro Parolini, a Gardone, nel corso di un incontro con Amministratori locali e operatori turistici.
Al presidente del Consorzio Garda Lombardia che lamentava la carenza di risorse per poter operare in maniera efficace sul mercato turistico globale, l’assessore ha incredibilmente risposto: potete aumentare le tasse, “I Comuni potrebbero aumentare l’imposta di soggiorno di 20 centesimi su ogni presenza e destinarli al consorzio.”
E’ incredibile che anziché rispondere alla richiesta di aiuto che arriva dagli operatori turistici, l’assessore regionale scarichi una volta di più sui cittadini e sul turismo i costi di servizi che dovrebbe sostenere la Lombardia, a cui i cittadini hanno appositamente versato le imposte.
Balzana è anche l’idea di aiutare il turismo rendendolo più costoso e quindi meno competitivo e appetibile. Che la Regione utilizzi i suoi fondi già stanziati, tuttora disponibili. Ma non era la destra che voleva abbassare le imposte?

On. Luigi Lacquaniti
Partito Democratico