A Sulzano oggi è arrivato Maroni e la sindaca forzista ha cancellato l’inno nazionale. Una scelta vergognosa. Comunicato stampa

Oggi a Sulzano è arrivato in visita istituzionale, in pompa magna, il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni, accompagnato anche da altre autorità e sindaci della zona, tutti rigorosamente in fascia tricolore. Era in visita a “The Floating Piers”, la passerella-evento galleggiante realizzata dall’artista Christo, di cui parla tutto il mondo.
La sindaca forzista di Sulzano Paola Pezzotti in un eccesso di zelo leghista, ha ritenuto di dover imporre alla banda musicale di cambiare programma e di depennare l’inno nazionale. “Niente inno nazionale”, ha detto, “non vorrei che il Governatore s’indisponesse”.
E’ un comportamento vergognoso! La sindaca Forzista Pezzotti se ne faccia una ragione, siamo in Italia. Anche la Lombardia è in Italia. E l’inno di Mameli è conosciuto in tutto il mondo. Non averlo suonato è stata un’offesa a tutti i cittadini.

On. Luigi Lacquaniti
Partito Democratico