Collettore fognario del Lago di Garda: viva preoccupazione e necessità d’intervenire subito. Comunicato stampa

Quanto accaduto ieri nel tratto di Lago di Garda fronte Lazise con l’affioramento in superficie della condotta fognaria per un tratto di almeno 50 metri, con la tubatura piena di reflui che si è deformata e staccata dal fondo, desta viva preoccupazione e grave allarme. L’episodio poteva essere fonte di gravissimo danno alla salubrità delle acque.
La tubatura è emersa “miracolosamente senza rompersi” e altrettanto fortunosamente non è stata urtata da nessuna imbarcazione. Quindi non vi sono stati sversamenti e perdite. Ma è evidente che è urgente intervenire senza indugio e mettere in totale sicurezza l’impianto fognario vecchio ormai di 44 anni.
Già a luglio 2014 ho depositato un’interrogazione al Governo, affinché prendesse un serio impegno riguardo al sistema di depurazione del Lago di Garda, obsoleto e insufficiente.
A ottobre 2014 il Ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, ha annunciato la messa a disposizione, attraverso il piano straordinario per la depurazione, di 90 milioni di euro per tre anni alle regioni del Nord. Di questi, circa 13 milioni sono stati destinati alla Lombardia. A giugno 2015 vi è stato l’annuncio del via libera informale al progetto per la realizzazione del nuovo sistema di collettamento e depurazione del più grande lago d’Italia. Un’opera titanica e molto costosa (220 milioni, di cui 117 per la sponda lombarda) con la trasmissione al Cipe del progetto e l’intenzione di considerare la depurazione del Benàco “una questione di valenza nazionale” .
Assicuro ancora una volta tutto il mio impegno a sollecitare l’intervento del ministero per lo sblocco e la messa rapida a disposizione delle risorse ingenti necessarie per i lavori oramai inderogabili. Non si può scherzare con un sistema di depurazione oramai vicino al collasso e che in zona serve almeno trecentomila abitanti. Si faccia presto, non c’è più tempo.

on. Luigi Lacquaniti
Partito Democratico

Segreteria dell’On. Luigi Lacquaniti – mail segreteria.lacquaniti@gmail.com – cell. +39.3202333426