Arrestato per tangenti il Presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia il leghista Fabio Rizzi. Comunicato stampa

Bliz delle Forze dell’ordine questa mattina su richiesta della Procura di Monza. Arrestate 21 persone in Lombardia per tangenti in ambito sanitario, tra cui il leghista Fabio Rizzi, Presidente della Commissione Sanità del Pirellone, stretto collaboratore del Presidente Maroni.
Fatta salva sempre la presunzione d’innocenza, è evidente che c’è ancora molto marcio nella Sanità lombarda, già nel recente passato oggetto di indagini, processi, dimissioni e condanne.
Per alcuni parrebbe essere solo una vacca da mungere, non un servizio fondamentale da garantire ai cittadini. Che il Presidente della Commissione Sanità, uno dei padri della recente riforma sanitaria lombarda, sia stato arrestato non lascia certo tranquilli, lascia più di un sospetto sulle finalità della riforma stessa, ed è fonte di grave preoccupazione.
Confidiamo nel lavoro dei Magistrati, ma invochiamo a gran voce maggiore responsabilità da parte di chi governa e un’attenzione vigile da parte dei cittadini lombardi e di chi deve controllare.
Quando la smetteranno di appropriarsi dei nostri soldi per dare gli appalti agli amici?

On. Luigi Lacquaniti
Partito Democratico