Luca Maria Negro è il nuovo presidente della FCEI. Auguri di buon lavoro e condivisione delle priorità indicate. Comunicato stampa

Il pastore battista Luca Maria Negro, direttore del settimanale Riforma, è il nuovo presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI). E’ stato eletto l’8 dicembre a Pomezia al termine della XVIII Assemblea della FCEI in cui si è provveduto ad eleggere anche le atre cariche esecutive.

Appena eletto Il presidente Negro ha dichiarato: “Mi rallegro del fatto che questo nuovo incarico giunga in un momento favorevole per il movimento ecumenico, perché finalmente vediamo dei segnali positivi, in particolare grazie al pontificato di Papa Francesco”

E riepilogando le priorità della FCEI ha sottolineato: “Sarà nostra cura proseguire nello sforzo di accoglienza, accompagnamento ed integrazione dei rifugiati attraverso il progetto Mediterranean Hope avviato sin dall’anno scorso.

Sul fronte invece della libertà di religione e di coscienza e della laicità dello Stato la FCEI ha contribuito a un progetto coordinato da un gruppo di giuristi, finalizzato all’elaborazione di un disegno di legge che superi finalmente la legislazione fascista sui ‘culti ammessi’. La FCEI continuerà dunque a impegnarsi su questo tema che è essenziale in un paese che diventa sempre più multietnico, multiculturale, multireligioso”.

E poi, con un occhio rivolto alla COP21 di Parigi, il pastore Negro cita “l’impegno non più procrastinabile a favore della salvaguardia del Creato, un impegno che vede le chiese in prima linea”.

Al pastore Negro vanno il mio personale benvenuto, gli auguri di un buon e proficuo lavoro e l’apprezzamento per le priorità indicate.

Le sfide raccolte dall’Assemblea della FCEI, l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, l’accoglienza dei migranti, la libertà religiosa e la laicità dello Stato, la salvaguardia del Creato, sono anche parte nel mio stesso impegno personale e politico.

On. Luigi Lacquaniti,
Partito Democratico