Per soli 52 voti Lonato non è riuscita a cambiare verso

Per soli 52 voti Roberto Tardani è il nuovo sindaco di Lonato, sul solco di una continuità amministrativa ormai troppo lunga. Purtroppo la mia città non ha avuto la forza di cambiare, hanno vinto la paura, le falsità e gli accordi di potere. Hanno vinto certi padrini Romani e Milanesi che nulla conoscono di Lonato, delle sue peculiarità ed esigenze. Tardani nasce come un sindaco debole, non potrà scegliere nessuno degli assessori che sono stati già definiti al momento della sua candidatura. Indipendentemente dalle valutazioni politiche e dalla diversità di opinioni, confermo la mia disponibilità a lavorare per Lonato e metto a disposizione della futura Amministrazione il mio impegno e il mio ruolo di deputato, in un clima di correttezza istituzionale, per il bene della nostra città.
Ringrazio Flavio Simbeni per essersi messo a disposizione, per aver avuto il coraggio di mettersi in gioco e sfidare con ottimi risultati un blocco di potere che sembrava granitico. Flavio è riuscito a coalizzare intorno a sé la voglia di cambiamento, un sentimento civico maggioritario al primo turno. Purtroppo l’impresa si è fermata ad un miglio dalla fine, comunque raggiungendo un risultato nemmeno immaginabile fino a qualche mese fa.
Tardani però dovrà far conto con questa voglia di tagliare con il passato, non solo a parole ma anche nei fatti.
Ringrazio il circolo del Partito Democratico di Lonato che si è messo a disposizione delle realtà civiche per creare un’alternativa forte facendo un passo indietro per il bene del nostro Comune. Sono certo che Flavio, Andrea e Paola sapranno dare il loro contributo per Lonato anche dai seggi della minoranza, stimolando, controllando l’operato dell’Amministrazione e mettendo in risalto le contraddizioni di una compagine di governo nata su una spartizione di poltrone. A loro va il mio augurio di buon lavoro, consapevole che non saranno soli né autoreferenziali, ma che saranno parte di un gruppo variegato e coeso, continuando il dialogo con tutti i cittadini lonatesi delle cui istanze sapranno farsi portavoce.
Queste elezioni hanno dimostrato che a Lonato c’è spazio per un’alternativa alla paura e agli interessi, ma che bisogna lavorare fin da subito per darle maggiore vigore. Io mi metto a disposizione sin da ora per dare il mio contributo.

On. Luigi Lacquaniti