Vicino ai lavoratori di “Auchan”

Esprimo la mia solidarietà ai circa 600 dipendenti bresciani di “Auchan” colpiti dalla scelta unilaterale dell’azienda di tagliare il contratto integrativo.
Non condivido la decisione dell’azienda di penalizzare così significativamente i lavoratori, soprattutto di averlo fatto senza alcun confronto con i sindacati.
Sgradevole e tardiva pare la proposta di apertura dell’azienda, ora che i lavoratori sono stati messi davanti al fatto compiuto e si trovano in una posizione ancora più debole rispetto al normale rapporto dipendente/datore di lavoro.
Mi adopererò per portare all’attenzione di Governo e Parlamento di questa problematica che riguarda un colosso della distribuzione di livello internazionale e un numero molto consistente di lavoratori e di famiglie. Nei prossimi giorni mi adopererò per predisporre una interrogazione parlamentare e intraprendere tutte le strade che mi sono possibili, in quanto membro della commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo, affinché si possa trovare una soluzione che garantisca i diritti dei lavoratori.

On. Luigi Lacquaniti