Agenzie. Ambiente, Ministero: nessun superamento limite emissioni termovalorizzatore BS

(Public Policy) – Roma, 3 lug – I sistemi di monitoraggio delle emissioni, previsti dalla normativa nazionale, non hanno fatto riscontrare “superamenti dei valori limite alle emissioni” del termovalorizzatore di Brescia. È quanto risponde il ministero dell’Ambiente in commissione alla Camera, a un’interrogazione dei deputati Luigi Lacquaniti (Led) e Oreste Pastorelli (Psi). I due, nella loro interrogazione, chiedevano conto di un presunto incidente avvenuto il 27 aprile 2014. Il ministero ha risposto premettendo che “nulla risulta agli atti”, e che il termovalorizzatore in questione è dotato “di un sistema di campionamento continuo […] che risponde alle prescrizioni tecniche stabilite”. L’Arpa regionale (l’Agenzia per la protezione ambientale) ha comunque avviato, ha precisato il ministero, “ulteriori accertamenti volti a verificare la sussistenza, nell’occasione, di eventuali ipotesi di reato da segnalare all’autorità giudiziaria”. Il problema è che la delibera di giunta regionale sulla materia “non prevede il campionamento di tutti gli stati di funzionamento”, e questo ha portato la stessa Arpa ha chiedere “l’estensione del funzionamento di tali sistemi di misurazione a campione a tutte le fasi, al fine di consentire la quantificazione del reale impatto emissivo”. (Public Policy) @PPolicy_News GAV 031733 Lug 2014