Nasce Libertà e Diritti – Socialisti europei

20140311220110!PES_logoNella giornata di ieri in occasione di una riunione a Roma, un centinaio di compagne e compagni provenienti da tutta Italia, militanti o ex militanti di SEL, ha riflettuto sull’attuale situazione politica e sul contributo che potrà dare alla soluzione dei problemi del Paese, il nuovo Gruppo parlamentare degli ex-deputati di SEL.

La partecipazione di un così rilevante numero di compagne e compagni, di provenienza da tutta Italia, per una riunione organizzata in appena un paio di giorni e tenuta di lunedì pomeriggio, dimostra in modo eloquente come gli eventi che hanno visto l’uscita dal Gruppo di SEL della Camera di più di dieci deputati, non costituisce una mera operazione di Palazzo, come si è voluto farla passare. Numerose sono le notizie di abbandoni da SEL, che in queste ore stanno venendo da tutto il Paese. Non va detto per compiacimento, ma per rispondere a quanti hanno voluto leggere l’evento traumatico che si è consumato nel Gruppo di SEL, come un’operazione tattica di palazzo, o addirittura di riposizionamento interessato. Nulla di tutto questo.

Nella giornata di oggi nel corso di una partecipata conferenza stampa alla Camera, è stato presentato dalla nuova capogruppo Titti Di Salvo, il nuovo Gruppo “Libertà e Diritti – Socialisti europei”, che sarà una componente del Gruppo Misto. Al centro dell’intervento gli obiettivi di LeD, i rapporti col Pd e col Governo, le prossime battaglie a cominciare dagli emendamenti che saranno discussi domani in Aula per risolvere il problema degli esodati e dal referendum contro il principio del pareggio di bilancio nella Costituzione.

Il nuovo Gruppo avrà un’Associazione politica nazionale di riferimento, ad adesione aperta, che non sarà né oggi né in futuro l’ennesimo Partito politico della Sinistra, ma un laboratorio politico: non siamo entrati e non entriamo nel PD, né vogliamo creare una corrente all’interno di quel Partito, ma creare un luogo ampio di rappresentanza politica, secondo una fotografia in movimento dell’azione politica in questa fase della storia del Paese. Gruppo e Associazione s’inseriranno nel campo largo della Sinistra per costruire un Paese per donne, giovani, lavoratori che investa su sapere, cultura, lavoro e diritti. All’associazione stanno aderendo in queste ore molti militanti da tutta Italia, e inoltre amministratori locali, sindaci, vicesindaci, consiglieri e assessori regionali.

E’ un buon inizio.

On. Luigi Lacquaniti

Un pensiero su “Nasce Libertà e Diritti – Socialisti europei

  1. L’Italia ha bisogno di un grande partito del socialismo europeo.
    Il PD finora non ha voluto esserlo perchè al suo interno è troppo forte la componente che non vuole essere socialista europea.
    Il PSI è custode della grande tradizione socialista italiana ma non è riuscito ad andare oltre quel ruolo.
    Eppure ci sono tantissimi italiani che si sentitebbero pronti a dirsi socialisti europei.
    Questo è il lavoro, che diventa possibile solo se ci proponiamo di promuovere un’iniziativa senza caricarla di aspettative personali; di lavorare per l’Idea.

I commenti sono chiusi.