Passeggiata per difendere i diritti di tutti

imblogarcigayUno Stato moderno non teme di tutelare l’amore e le relazioni affettive in tutte le forme.
Nel nostro Paese sia sta consumando una grande sofferenza dietro sbarre erette da settori della Politica e da frazioni di talune Confessioni religiose, che, sono convinto, siano del tutto marginali nei rispettivi ambiti e nella Società italiana.

La vicenda che ha visto coinvolti a Brescia il cosiddetto Movimento delle Sentinelle e il Centro Islamico in un’iniziativa che è parsa una crociata antigay, è emblematica dell’intento con cui frange di soggetti politici, associativi o religiosi sono disposti a coalizzarsi, pur dandosi battaglia in molti altri casi, per delegittimare in ogni maniera la possibilità di accedere a una legislazione moderna, che tuteli la coppia indipendentemente dal genere e dall’orientamento sessuale.

Non penso che libertà di espressione possa tradursi nell’annientamento di chi conduce un’esistenza diversa dalla mia. La libertà di espressione religiosa per cui mi sto battendo con una riforma della legislazione in materia, non è diversa dalla libertà che qui invoco, perché a ogni cittadino di questo Paese sia concessa libertà di esprimere la propria affettività. Sogno questo Paese che verrà. E come in tanti altri casi della nostra Storia, per la conquista di altri diritti e di altre libertà, anche la conquista di questi diritti giungerà all’improvviso e irresistibile.
Con questo spirito, pur non potendo essere presente per impegni di Partito che mi trattengono a Roma, aderisco volentieri alla “Passeggiata per difendere i diritti di tutti e sostenere la legge contro l’omofobia”, iniziativa pacifica e serena, organizzata a Brescia per sabato 14 giugno.
Mi auguro vivamente che il Governo Renzi sappia osservare attentamente queste dinamiche per poter procedere ad una riforma tanto attesa nei diritti civili di questo Paese.

On. Luigi Lacquaniti

Un pensiero su “Passeggiata per difendere i diritti di tutti

I commenti sono chiusi.