Ci vediamo fuori

imblogarcigayOggi a Roma si terrà la grande parata dell’orgoglio LGBT.
Ho sempre pensato che “orgoglio” fosse una parola bellissima per definire un mondo, un modo, una vita, che non ha diritti e che chiede di esistere.
Oggi l’orgoglio di essere quello che si è, sfidando miti e pregiudizi a viso aperto è un bel modo di dimostrare la propria esistenza, la propria umanità, il proprio valore di essere umano.
In questo Paese non vi è riconoscimento giuridico per persone che si amano e famiglie intere che vogliono vivere la loro gioia, godendo dei diritti di cui ogni essere umano dovrebbe godere.
E io, per quel che mi compete, non smetterò di chiedere che le persone LGBT possano vivere una vita senza tutte quelle complicazioni burocratiche e legislative che li considerano cittadini anomali. Non sono, non siete, cittadini anomali, ma soltanto cittadine e cittadine.

On. Luigi Lacquaniti