Si torni a riconoscere alle guardie venatorie volontarie lo status di agenti di polizia giudiziaria

Ho presentato un’interrogazione al Ministro Alfano, in cui chiedo di sapere come mai il Ministero dell’Interno, nel parere inviato alla Prefettura di Brescia, non riconosca alle guardie venatorie volontarie e a quelle zoofile lo status di agenti di polizia giudiziaria, in contrasto con ripetute sentenze della Corte di Cassazione Penale e con una sentenza della Corte Suprema di Cassazione che hanno riconosciuto invece tale status.
Per l’importante ruolo che svolgono sul territorio nel contrasto all’illegalità in ambito venatorio e per garantire alle guardie venatorie volontarie e alle zoofile maggiore tutela, ritengo fondamentale che il Ministero riveda il suo parere, allineandosi alle sentenze della Cassazione.
Sarà mia cura richiedere altresì alla Prefetta di Brescia un incontro che mi auguro chiarificatore.

On. Luigi Lacquaniti