Con dispiacere voto la sfiducia alla Ministro Cancellieri

La Ministro Cancellieri è una persona rispettabile e a Brescia abbiamo avuto prova del suo lavoro di Prefetto, che ha svolto con integrità e umanità. E dunque con dispiacere oggi voto la sfiducia al Ministro, insieme al Gruppo di Sinistra Ecologia Libertà di cui faccio parte.
Non è un voto di sfiducia verso la persona, verso la Cancellieri che da prefetto è stata una rispettabile servitrice dello Stato. Voto la sfiducia in considerazione del ruolo istituzionale che ricopre. Ritengo che, malgrado in questi mesi abbia lavorato bene, abbia avuto realmente a cuore la situazione drammatica e disumana delle carceri italiane stigmatizzata dalle stesse Istituzioni europee, e abbia avuto realmente a cuore la legislazione carceraria italiana, ancora incapace d’incarnare lo spirito rieducativo che costituzionalmente deve avere la pena. Malgrado tutto ciò oggi la Ministro Cancellieri non ricopre più il suo ruolo con l’autorevolezza necessaria a risolvere queste delicate problematiche sollevate.
Ho auspicato, col mio Gruppo parlamentare, un passo indietro volontario della Ministro, come di chi comprende che il bene del Paese passa anche attraverso la capacità di capire quando la propria Maggioranza non sostiene più certe scelte, certi errori compiuti. Questo passo indietro non è giunto, pertanto voto con amarezza la sfiducia alla Ministro Cancellieri.

On. Luigi Lacquaniti