Adesione alle iniziative in programma a Brescia a difesa dello Stato di diritto e della Magistratura

La manifestazione organizzata dal PDL a Brescia, domani 11 maggio 2013 in difesa del suo presidente, è di estrema gravità.
Berlusconi è stato condannato in appello a 4 anni di reclusione (3 dei quali condonati grazie all’indulto) e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici, per frode fiscale nell’ambito del processo sui diritti televisivi per le reti mediaset.

Berlusconi è presidente di un partito, il PDL, che è presente nella formazione del Governo e che esprime parecchi ministri, tra i quali spicca Alfano, uomo a lui fedelissimo.

Questa manifestazione risulta essere un attacco ancor più grave alla Democrazia e alle Istituzioni del nostro Paese. Scendere in piazza per difendere un uomo condannato in appello per frode fiscale, proprio da parte di chi dovrebbe garantire alla Magistratura piene libertà e autonomia, è un atto esecrabile e irresponsabile.

Per questo aderiamo al presidio organizzato alle 10 dall’Associazione Libertà e Giustizia dinanzi al Tribunale di Brescia, in difesa della Magistratura e di tutti i cittadini e le cittadine italiane, che non riconoscono nelle scelte scellerate di Berlusconi la risoluzione ai problemi che oggi attanagliano il nostro Paese.
Domani saremo presenti a Brescia, tra le varie iniziative organizzate in città, accanto alle persone che lottano ogni giorno per difendere la nostra Democrazia e la nostra bellissima Carta costituzionale.

On. Luigi Lacquaniti
On. Titti Di Salvo

Sinistra Ecologia Libertà