L’esito delle Primarie a Brescia

Dichiarazione dell’on. Titti Di Salvo, vicecapogruppo di Sinistra Ecologia Libertà alla Camera e dell’on. Luigi Lacquaniti sulle Primarie svoltesi ieri a Brescia

Le Primarie che si sono svolte ieri a Brescia, per scegliere il candidato sindaco alle elezioni comunali del prossimo 26 e 27 maggio sono state, ancora una volta, un successo di partecipazione democratica. Un passo importante per dare alla città un’amministrazione all’altezza di una sfida difficile.

La scelta di svolgere le Primarie non era affatto scontata. Essa è stata piuttosto un arduo percorso ad ostacoli. Ora possiamo dire che ad essere premiata è stata la volontà, testardamente inseguita da Sinistra Ecologia Libertà sin dal primo momento, di chiamare le elettrici e gli elettori del centrosinistra ad esprimersi in maniera larga e partecipata, ponendo le premesse per una vittoria della coalizione da noi sostenuta che avrà in Emilio Del Bono il candidato a sindaco di Brescia.

Marco Fenaroli, sostenuto da Sel, ha ottenuto il 30% dei voti. La sua esperienza sindacale, l’attività nel volontariato dalla parte dei più deboli, la riconosciuta sensibilità sociale verso una città che evidenzia da tempo tutti i segni di una crisi pesante che vede crescere povertà e diseguaglianze, la capacità di ascolto sempre dimostrata nel suo impegno, sono quelle buone qualità della politica che potranno costituire una risorsa in più da spendere per il governo di Brescia.